Chiesa di San Teodoro

Da FoscaGeWiki.

Categoria: Edificio di culto

Denominazione: Chiesa di San Teodoro

Indice

Ubicazione

Circoscrizione: Quartiere di San Teodoro

Indirizzo: Via Venezia 3

Telefono: 010/ 26 11 17

Email: parrocchiasanteodoro@infinito.it

Notizie storiche

Secolo: XII secolo

Frazione di secolo: inizi XII secolo (fondazione)

Data di inaugurazione : 20 luglio 1100 antico edificio 11 o 12 novembre 1876 nuovo edificio ricostruito

Attività (uso attuale):

edificio di culto religioso in amministrazione dell'Ordine religioso dei Canonici Regolari Lateranensi

Uso storico:

Edificio di culto religioso

Annotazioni/Descrizione

La chiesa di San Teodoro è uno tra i templi più antichi della città di Genova. A tre navate, originariamente di stile romanico, con archi a tutto sesto, con il lato destro prospettato verso il mare, quello sinistro sull'attuale piazzetta di San Teodoro, il coro volto a levante e la facciata a ponente.

Edificio monumentale unico in Genova nella sua architettura ispirata al puro stile neo-gotico. Presenta un campanile maestoso ed elegante a guglia piramidale posto nel centro della facciata.

All'interno le navate sono alte e slanciate, le volte sono sorrette da otto pilastri ottagonali ed arcate ogivali, dipinte a strisce bianche e nere. Le volte sono dipinte a fondo azzurro intrecciate da auree cordonate, notevoli sono le spesse finestre istoriate.

In totale l'edificio misura 52m in lunghezza, 27,40m in larghezza, 27m in altezza, con una scalinata di dieci gradini rivestiti interamente di travertino lunga 348m.

Sulla prima grande arcata ogivale, sovrastante la balaustra, è scritto: "BENEDICAM DOMINUM OMNI TEMPORE" ovvero "benedirò il signore in ogni circostanza".

Storia:

La comunità di San Teodoro in Genova ha una storia millenaria. Nel X secolo esisteva nel borgo di Fassolo un insediamento religioso intitolato a San Teodoro e a San Salvatore.

Sul finire dell'XII secolo Airaldo Guaraco, Arcivescovo di Genova, affidò l'antica chiesa ai propri confratelli Canonici Regolari di Mortara, i quali professavano la vita religiosa in comunità.

Essi riedificarono la chiesa che fu consacrata il 20 luglio 1100 dallo stesso vescovo Airaldo. La basilica era una delle più antiche della città, in riva al mare nell'atttuale piazzetta di San Teodoro, a tre navate e in pieno stile romanico.

nel 1458 subentrarono i Canonici Regolari Lateranensi (provenienti dalla celebre basilica romana di Laterano). Sotto la loro guida la chiesa acquisì grande prestigio e nel 1481 fu insignita del titolo di Abbazia da papa Sisto IV.

In seguito ai provvedimenti dei governi napoleonici (1798) i Canonici dovettero abbandonare San Teodoro, dove tornarono solo nel 1825.

Il 4 ottobre 1870 l'antica chiesa romanica di San Teodoro venne abbattuta, per ragioni di viabilità cittadina e per l'ampliamento del porto. IN sei anni fu eretta una nuova chiesa, quella attuale, consacrata nel novembre 1876.

Il tempio, unico esempio di neo-gotico in Genova, è grandioso con tre navate slanciate verso l'alto e ben tredici cappelle.

Bibliografia

"Parrocchie ed abbazie dei Canonici Regolari Lateranensi in Genova" notizie storiche a cura di Bernardino Bosio. Reperibile presso la "Società ligure di storia patria", Palazzo Ducale, Genova.

Sitografia

www.lateranensi.it

Compilazione

Nome compilatore: Stefania Tedeschi

Data: Novembre 2009

Nome revisore: Antonie Wiedemann

Responsabile: Maurizia Migliorini

Strumenti personali