Bartolomeo Bianco

Da FoscaWiki.

Bartolomeo Bianco

«Architetto nacque a Como sul principio del XVII secolo. La repubblica di Genova gli chiese parere sul modo di cingere la città di un nuovo circuito di mura e il progetto di Bianco fu adottato ed eseguito. Fortificò il nuovo molo; costrusse sulla strada Balbi il collegio detto de’ gesuiti, monumento pregiato ed elevò un palazzo per Giovanni Agostino Balbi. Ebbe due figli: Pietro Antonio e Giovanni Battista: il primo disegnò alcune fabbriche che fecero in esso prevedere felici disposizioni. Morì però molto giovane; il secondo fu dapprima scultore, ebbe molte commissioni in Francia, ove mandò fra le altre statue, un bacco, molto applaudito. Eseguì a Genova una statua della Madonna con un gruppo d’angeli, bell’opera in bronzo. Chiamato a Milano, vi studiò la pittura sotto Cerano e già cominciava a dipingere; ma bramò di tornare a Genova ove morì di peste nel 1656».


De Boni - Biografia degli artisti, Venezia, 1840 p. 103.

Strumenti personali