Imperatrice Maria Alexandrovna

Da FoscaWiki.

Immagine:Maria.jpg

Franz Xaver Winterhalter, Ritratto dell'Imperatrice Maria Alexandrovna (1857).
Museo Hermitage, S. Pietroburgo


L’imperatrice Maria Alexandrovna nacque a Darmstad (Germania) l’8 agosto 1824, figlia della Granduchessa di Assia-Darmstad e del Granduca Ludovico II. Quando, nel 1838, Alessandro Nikolayevich, figlio dello zar, si recò in Europa in cerca di una moglie, s’innamorò perdutamente di Maria, allora appena quattordicenne e la sposò il 16 aprile 1841. Di salute cagionevole, ulteriormente aggravata dal rigido clima di San Pietroburgo, Maria era spesso costretta a letto, febbricitante, cosa che contribuì a tenerla lontana dalle numerose feste di corte. Nel 1855 Alessandro divenne lo zar Alessandro II e Maria fu costretta ad essere spesso presente nelle occasioni istituzionali nonostante le precarie condizioni di salute. Nell’inverno del 1874 si risolse, infine, come molti connazionali, a trascorrere un periodo di vacanza a Sanremo, su invito della contessa sanremese Adele Roverizio di Roccasterone. Alla stazione ferroviaria erano accorsi per ri­ceverla il Principe Amedeo di Savoia, il Prefetto cav. Reggio ed il Console di Russia, che provvidero a scortarla fino l'Hòtel de Nice, scelto dalla zarina come dimora per sé e per il suo seguito. Durante il suo soggiorno, Maria Alexandrovna volle donare alla città le prime palme che avrebbero ornato la passeggiata, chiamata appunto Corso Imperatrice in suo onore, ed espresse la volontà di erigere una Chiesa per la comunità russa all’inizio del viale a lei dedicato. La morte la colse, l’8 giugno 1880, a San Pietroburgo, senza che potesse veder realizzato il suo progetto: la prima pietra della Chiesa del Cristo Salvatore fu posata, infatti, nel novembre 1912.



                                                  Francesca Sole
Strumenti personali