Oratorio dei SS. Pietro e Paolo

Da FoscaWiki.

L’Anonimo descrive l’oratorio in poche righe: «Ha tre altari di marmo, e alcune pitture a fresco di Giuseppe Galeotti nella tribuna, in cui vedesi il Signore, che conferisce la celeste podestà al Principe degli Appostoli, e a fianchi dell’altare il di lui martirio da una parte, e la Decollazione di S. Paolo dall’altra; essa è pur tutta riccamente indorata».
--Claudia Peirè 01:24, 2 Oct 2010 (CEST)


Sito nella zona di San Bernardo, l’oratorio venne edificato nel 1722. Federico Alizeri lo descrive brevemente: «Giuseppe Galeotti, il miglior de’ pittori a metà del secolo, istoriò nel catino e nel presbiterio i martirj de’ due Patroni e l’evangelica Potestà delle Chiavi. Briosi e vaghi al colore, mal fermi al disegno, i presenti affreschi ricorrono alla gioventù del pittore; più nobile e largo in età virile, ma di tinte più languide».

Bibliografia Guida

  • Alizeri Federico, Guida illustrativa del cittadino e del forastiero per la città di Genova e sue adiacenze, Bologna, Forni Editore, 1972 pag. 52
  • Poleggi Ennio e Poleggi Fiorella (Presentazione, ricerca iconografica e note a cura di), Descrizione della città di Genova da un anonimo del 1818, Genova, Sagep, 1969 pag. 239
Strumenti personali