Palazzina Liberty

Da FoscaWiki.

immagine:Palazzina_liberty.jpg (foto B. Donatiello)

Alla "Marina" di Porto Maurizio, presso lo Stabilimento balneare della "Spiaggia d'Oro", si erge la mole decorata che fu un tempo "sala da ballo della Società dei Bagni".
Conosciuta dagli Imperiesi come "Palazzina Liberty", essa fu realizzata fra il 1912 ed il 1913 dall'arch. emiliano di adozione milanese Alfredo Campanini. Lasciata nel degrado per molti anni, con la sola funzione pratica di costituire riparo all'attrezzatura per lo stabilimento, tra il 2003 ed il 2004 è stata restaurata e riportata all'antica bellezza.
Con la sua ornamentazione perfettamente conservata,gli elementi plastici in rilievo di terracotta policroma, le decorazioni geometriche e floreali, la "Palazzina" costituisce uno dei pochissimi complessi balneari di gusto liberty ancora presenti in Italia.
Dal momento dell'avvenuto restauro essa si è proposta come un polo d'attrazione turistica ed un set ideale di manifestazioni turistico-culturali legate ad Imperia e in particolar modo al suo mare.
Alla sua inaugurazione, nel 2004, è stata proposta al pubblico un'esposizione di sculture in ardesia, l'"oro nero" proveniente da una delle valli dell'Imperiese, la Valle Argentina. Contemporaneamente, è stata apprestata, a cura di Walter Pareto, una singolare ed apprezzatissima mostra di "polene moderne", opere di artisti contemporanei. Tali polene erano perfettamente "nuove" e dunque non avevano ancora solcato i mari!


Bibliografia:

G. De Moro, Imperia, costa ed entroterra, De Ferrari, Genova, 2005.

              Enrica Luisa Penco.
Strumenti personali